Home page > La Mostra > Sezione storica > Alberto Savinio

Alberto Savinio

(Andrea Alberto De Chirico) (Atene, 1891 - Roma, 1952). Si diploma a dodici anni al Conservatorio di Atene e, dopo la morte del padre (1905), si trasferisce nel 1906 con la madre e il fratello Giorgio a Monaco; si dedica al disegno e alla pittura, e completa i suoi studi musicali con Max Reger. Nel 1910 è a Parigi dove frequenta Breton, Picasso, Apollinaire, Céndrars, Cocteau, ed esordisce come scrittore nel 1914 con Les Chants de la Mi-Mort, firmati con lo pseudonimo "Alberto Savinio".Viene arruolato con il fratello nel 1916 nelle riserve di fanteria a Ferrara. Durante la permanenza nella città, riprende a dipingere e partecipa al cenacolo della Metafisica, della quale poi, a Roma nel 1918-22, si rivela il più acuto teorico sulla rivista "Valori Plastici". Nel 1925 ritorna alla musica e al teatro lavorando con il fratello a Roma. Dopo un breve accostamento ai dadaisti, a Parigi, nel 1927, esordisce con successo come pittore alla Galerie Bernheim-Jeune presentato da Cocteau, suscitando l'interesse del critico d'arte Waldemar George e del mercante Léonce Rosenberg. La particolare visione del mondo che Savinio esprime nelle opere di questi anni scaturisce dalla relazione inconsueta tra l'uomo e le cose oppure dall'ironica rivisitazione dell'eredità classica. Una visione surreale mai gridata, serpeggiante nella mitologia greca filtrata alla luce di una complessa cultura. Torna in Italia, prima a Milano e poi a Roma, dove frequenta gli artisti della Scuola Romana e il poeta De Libero, il quale promuove una sua personale alla Galleria La Cometa. Nel 1940 allestisce a Milano una personale alla Galleria del Milione. Dopo le cronache teatrali per "Omnibus", scritte dal 1937 al 1939, pubblica durante la guerra romanzi , novelle e saggi. Dal 1946 collabora al "Corriere della Sera" e a "La Fiera Letteraria". Scrive numerose opere teatrali e disegna scene e costumi per il Teatro alla Scala. E' stroncato da un infarto nel '52.
Visioni & Illusioni - Fin d'une bataille des anges
Fin d'une bataille des anges
1930, olio su tela, cm 73,5 x 92

Visioni & Illusioni - Les poissons
Les poissons
1928, olio su tela, cm 50 x 65